News

Novità dal nostro centro

Cosa chiedono i pazienti a un Centro Laser Medico?
20/04/2018

Il professionista che si accin ge ad acqui sta reun’apparecchiatura laser a usomedicale si trova inevitabilmente a chiedersi quali siano i tipi di trattamenti più richiestidai pazienti. L’esperienza permette dirispondere che si tratta di una domanda incostante aumento e molto diversificata. Al

primo posto, però, resta sempre l’epilazione di  gambe,  schiena e braccia e su zone particolarmente sensibili e delicate come il viso,l’inguine, le ascelle e l’interno coscia. Un bisogno molto attuale sia tra le donne chetra gli uomini di tutte le età. Questa richiesta

aumenta con l’arrivo dell’estate, quando si  indossano abiti che scoprono centimetri di pelle, rimasti ben nascosti per tutto l’inverno.

Un altro tipo di intervento è legatoagli inestetismi di viso e gambe, quali teleangectasie,micro varici, couperose, angiomi

ed eritrosi, poiché si tratta di un trattamento
efficace e poco invasivo che consente
di curare tutte quelle patologie o problematiche
legate alla vascolarizzazione antiestetica
di determinate aree del corpo.

Molti pazienti di entrambi i sessi chiedono
di eliminare le rughe ricorrendo al fotoringiovanimento,
il cui fine è quello di stimolarei process i riparativi del derma provocando

un immediato aumento della tensione cutanea  e attivando la produzione dinuove fibre di collagene. L’azione del laser

porta a una naturale distensione della cute
con un vero e proprio effetto lifting. Rispetto
a queste diverse tipologie di aspettative
dei pazienti, va detto che oggi le tecnologie
laser possono essere combinate o,
più precisamente“miscelate”per garantire
maggiormente il raggiungimento di determinati
risultati, sia in termini di selettività
del target, che di tempi di risposta e degli
esiti del trattamento. Ne parliamo con il
dermatologo Dott. Luigi Coricciati, Direttore
Sanitario della clinica“CoricciatiMedical
Group”. La storia di questa realtà è emblematica:
nato come centro di dermatologia
e laserterapia oggi si avvale della collaborazione
dimedici di altre specialità, con
l’obiettivo di offrire un servizio per la cura
del paziente a 360 gradi. In questomodo la
dermatologia è supportata sotto lo stesso
tetto da altre specialità ad essa complementari,
mantenendo però l’elemento originariamente
caratterizzante: il ricorso a

tecnologie e strumenti all’avanguardia, cui
va affiancata una grandemanualità operativa,
che insieme garantiscono la massima
qualità professionale, dalla diagnosi fino alla
soluzione del problema.

Cosa vi chiedono di più i vostri pazienti?
Posso affermare che le richieste e le esigenze
sono in parte cambiate: innanzitutto il
paziente è sempre più informato - per la verità

non sempre inmaniera corretta,ma comunque

si documenta - e pertanto richiede

trattamenti con tecnologie e dispositivi sempre

più performanti, per raggiungere il risultato

in tempi più brevi e con il minore
down time possibile. In particolare ci chiede
dal fotoringiovanimento laser all’epilazione
permanente. In riferimento a quest’ultima,
ci sono due categorie di pazienti: quella
che si rivolge a uno studiomedico a seguito
di una trafila deludente di tentativi presso
centri estetici, presso i quali ha riportato
risultati poco soddisfacenti o addirittura
scarsi, e la seconda categoria di pazienti che
si rivolgono direttamente e in primis a un
centromedico, di cui hanno acquisito tutte

le referenze, sia in termini di esperienza del

medico, sia in termini di tecnologie utilizzate

dallo stesso. Riscontro questo tipo di approccio

anche per altre tipologie di trattamento,

soprattutto per quelli antiaging e vascolari, nei quali la tecnologia e la “mano“

del medico è fondamentale .

Che altri trattamenti si offrono all’interno
del suo studio?

Nel mio centro vengono effettuate visite
dermatologiche, trattamenti di medicina<
estetica e molti trattamenti di laserterapia
dermatologica, che spaziano dalla rimozione
dei tatuaggi alla piccola chirurgia dermatologica
con laser CO2, dal trattamento

delle teleangectasie e rosacea al melasma e

cloasma, ecc.

Parlando di tecnologie, quali ritiene che
siano le più efficaci per i trattamenti vascolari
e per l’epilazione?

Prima di tutto mi permetta di dire che ho

sempre utilizzato strumentazione di alta

qualità, perché ritengo che sia indispensabile,
al giorno d’oggi, mantenere uno standard
elevato di prestazioni, proprio in relazione
al concetto espresso prima: il paziente
è sempre più informato ma al tempo

stesso anche più diffidente, a causa del

proliferare incontrollato di centri estetici e

dell’utilizzo di strumentazione di bassa qualità.

È ormai comprovata l’efficacia delle

lunghezze d’onda del laser ad alessandrite

e Nd:YAG con riferimento sia all’epilazione

che ai trattamenti vascolari. Oggi esistono

strumenti che permetto di utilizzare in maniera

combinata e versatile le due sorgenti.

Personalmente, da alcuni mesi, utilizzo il

sistema laser Thunder MT con “Mixed Technology”:

uno strumento con tecnologia

tutta italiana che consente l’emissione simultanea

e/o sequenziale delle due sorgenti

laser elettive per la fotoepilazione e

per i trattamenti laser vascolari. Sfruttando

con una nuova modalità di emissione, le

lunghezza d’onda del laser Alessandrite e

del Nd:YAG, ho potuto apprezzare la sinergia

che si crea e i conseguenti vantaggi in termini di benefici sia per il medico che

per il paziente, in particolare la velocità del

trattamento.

Ci può chiarire quali sono i principali vantaggi?

Prima di tutto la possibilità di trattare tutti i

fototipi anche quelli più scuri, che prima

ero costretto a trattare solo con la sorgente

Nd:YAG, con evidente rallentamento dei risultati,

tempi più lunghi di esecuzione della

seduta e, non ultimo, il maggiore fastidio

durante il trattamento per i pazienti. Il secondo

elemento positivo è dato dalla possibilità

di effettuare i trattamenti in tutte le

stagioni, anche in estate e sulle pelli abbronzate.

Tale elemento è importantissimo

per il nostro centro, che a causa della sua collocazione

geografica (Italia meridionale) ha

una percentuale altissima di fototipi scuri o

di pazienti che si espongono abitualmente

al sole nel periodo che va dalla primavera all’autunno.

Il terzo elemento a favore è dato

dalla risposta più veloce: il sistema di scansione

Optisca TH di Thunder MT permette di

agire su una zona quadrata di 54X54 mm, dimezzando

così i tempi di ogni seduta. Ciò

consente di effettuare, per esempio, un trattamento

di epilazione del dorso maschile

in circa sette/otto minuti, andando incontro

all’esigenza di rapidità visto che c’è sempre

meno tempo e comunque si vogliono

ottenere risultati nel più breve periodo.

Inoltre è possibile trattare anche il pelo più

sottile e d’intervenire con successo anche

laddove il contrasto tra il colore della pelle e

il pelo è meno evidente. Questo era un limite

importante e finora insuperato nel trattamento

con la sola sorgente ad Alessandrite.

Per finire, anche la reazione eritematosa

è meno importante e di durata inferiore;

limitata alla ristretta area perifollicolare e

non estesa al resto della zona trattata, che rimane

indenne. Ciò grazie all’efficace sistema

di raffreddamento integrato. Vi garantisco

che il feedback da parte dei pazienti è stato

positivissimo, soprattutto da quelli di sesso

maschile, innanzitutto in termini di comfort

del trattamento, di velocità di esecuzione

della seduta e di risposta all’intervento

stesso.